Burger King rebrand

burger king rebrand

Il rebrand di Burger King celebra la sua personalità irriverente. La prima riprogettazione della catena di fast food in oltre 20 anni riporta un logo degli anni ’60 e introduce un carattere del marchio ispirato alla forma dei suoi hamburger, con una nuova ricca palette di colori, per creare un’identità più digital-friendly.

La nuova identità Burger King

Burger King ha svelato il suo primo rebranding completo in oltre 20 anni, un rinnovamento della sua intera identità per renderlo più moderno, digital-friendly e in sintonia con la personalità irriverente del marchio. La nuova identità – progettata dal team creativo interno insieme a JKR New York nell’arco di due anni – presenta un nuovo logo, che di fatto ritorna a un vecchio logo utilizzato per la prima volta alla fine degli anni ’60. Il logo raffigura il suo marchio denominativo in un carattere frizzante tra due panini, ma la nuova versione ne modifica leggermente il tipo, la forma e il colore. Include anche un nuovo font del marchio chiamato Flame, progettato per imitare le forme del cibo Burger King, oltre a una palette di colori aggiornata, una serie di risorse fotografiche e uniformi e imballaggi ridisegnati.

Burger King rebrand: guardare il futuro prendendo esempio dal passato

La prima edizione di questo logo è stata lanciata per la prima volta nel 1969 e, con alcune piccole modifiche, è rimasta fino al 1999, quando è stato introdotto il logo esistente. Ciò ha aggiunto un leggero serif al font e ha messo il marchio denominativo in diagonale, rendendo i panini sottilmente 3D e racchiudendo il logo in un bordo blu. In questo rebrand il blu è sparito e il logo è riportato alla sua essenza più gloriosamente retrò, con l’obiettivo di creare un’icona “minimalista” che “incontra perfettamente l’evoluzione del marchio dei tempi e rende omaggio al patrimonio del marchio con un design raffinato che è fiducioso, semplice e divertente “, afferma una dichiarazione dell’azienda. Il risultato è un simbolo molto meglio allineato con l’immagine del marchio, che combina visivamente il fascino della metà del secolo con la sensibilità moderna.

“Abbiamo ridisegnato il nostro logo intenzionalmente ispirandoci alle nostre identità dal 1969 al 1998, che erano autentiche, sicure, semplici, genuinamente Burger King“, dice a It’s Nice That Raphael Abreu, responsabile globale del design per Restaurant Brands International, società madre di Burger King. “Così abbiamo modernizzato un classico, assicurandoci che il nuovo design fosse duraturo, senza tempo. Abbiamo adattato le forme e le proporzioni del panino, rendendolo più vicino ai nostri hamburger. Il tipo era snello, arrotondato, ma conservava ancora un po ‘della nostra personalità divertente e amichevole. Siamo estremamente orgogliosi di poter trovare nella nostra storia il percorso verso il nostro marchio “.

burger king rebranding
burger king rebrand graphic design

Burger King rebrand: colori ricchi e audaci

La famiglia di font del marchio Flame è stata progettata da Colophon Foundry con tre varianti: grassetto, regolare e sans. Si ispira alle forme del cibo del ristorante, “arrotondato, audace, delizioso”, continua l’affermazione di BK e canalizza in modo appropriato gli elementi del tono di voce del marchio. Abreu aggiunge nella nostra intervista che il team “voleva un font che volesse far sì che le persone ne prendessero un morso. Siamo anche molto giocosi e audaci nel modo in cui usiamo il nuovo carattere. Esiste una versione variabile in cui la allunghiamo e la comprimiamo e con essa creiamo illustrazioni espressive e d’impatto “.

I colori sono “ricchi e audaci” tratti dal processo e dagli ingredienti di cottura alla griglia del marchio, e denominati di conseguenza, Abreu aggiunge: “Fiery Red, Flaming Orange e BBQ Brown fanno parte della nostra tavolozza principale, che detiene una certa partecipazione ed è stata il marchio per un po ‘. Mayo Egg White, Melty Yellow e Crunchy Green sono la nostra tavolozza secondaria “.

Gioco e irriverenza

Nel frattempo le illustrazioni di Cachete Jack trasmettono abilmente quella suddetta personalità giocosamente irriverente, e la fotografia è “iper strutturata e compone l’aspetto sensoriale del cibo”. Tutti questi aspetti sono stati progettati pensando alle piattaforme digitali.

I nuovi design delle uniformi realizzati in collaborazione con Bryce Barnes hanno lo scopo di mescolare lo street style contemporaneo con il comfort, decorato con colori e grafiche distintivi, mentre il packaging celebra il logo appena rinnovato, insieme a illustrazioni giocose di ingredienti e un uso d’impatto del nuovo carattere tipografico.

gioco e irriverenza

Spazio digitale come parco giochi

“Il design è uno degli strumenti più essenziali che abbiamo per comunicare chi siamo e cosa apprezziamo, e svolge un ruolo fondamentale nel creare il desiderio per il nostro cibo e massimizzare l’esperienza degli ospiti”

afferma Abreu. “La grande maggioranza degli elementi è stata completamente reinventata. Dal 1999, anno in cui è stato lanciato il logo precedente, molte cose sono cambiate nel mondo dei marchi e in Burger King. Oggi, i marchi utilizzano lo spazio digitale come loro parco giochi e un’identità fotogenica e digital friendly è più che mai necessaria. Nel 1999 questo non era un problema, stavamo usando i nostri telefoni Nokia giocando a serpente, questo è tutto! “

Abreu aggiunge che Burger King sta reinventando il suo marchio da zero, rimuovendo sapori, colori e conservanti da fonti artificiali a tutto il cibo nel menu, investendo pesantemente in tecnologia per migliorare l’esperienza degli ospiti nei ristoranti e nei dispositivi mobili, e facendo alcuni grandi impegni sulla sostenibilità su entrambi i fronti cibo, pianeta e comunità.

“Considerando tutti questi cambiamenti, abbiamo pensato che l’attuale identità visiva non ci stesse più riflettendo come marchio. E avevamo bisogno di un’espressione visiva che potesse combinare gusto e qualità attraverso il design “.

burger king rebrand graphic design
burger king confronto loghi

Nuova identità presto disponibile

La nuova identità può già essere individuata sul sito Web di Burger King e nei prossimi anni verrà estesa a tutto, dai social media alle schede dei menu e agli interni nei suoi 18.800 ristoranti in tutto il mondo.

L’anno scorso, JKR ha lavorato con un altro mega marchio alimentare, Heinz, per creare il suo primo masterbrand globale. Ha anche rinnovato l’identità della catena di fast food Popeyes, anch’essa di proprietà di Restaurant Brands International.

burger king rebrand graphic design

Fonte articolo: itsnicethat.com

Vuoi ricevere le nostre ultime notizie?